Cappello di paglia? Presente. Sandali? Ci sono. Il mood è estremamente casual e rilassato, giocato sui toni del grigio, sabbia, pietra e bianco; cromie che sarà un vero piacere portare sulla pelle abbronzata. Il lookbook si chiude con un outfit total black, sicuramente non adatto da portare sotto il sole, ma very Kris Van Asschéen. Sembra che il messaggio nascosto (e nemmeno più di tanto) tra gli indumenti proposti dal colosso spagnolo nel lookbook del mese sia quello di dare il via libera agli spunti ‘summertime’: Blazer in lino? Presente. Cappello di paglia? Presente. Sandali? Ci sono. Il mood è estremamente casual e rilassato, giocato sui toni del grigio, sabbia, pietra e bianco; cromie che sarà un vero piacere portare sulla pelle abbronzata. Il lookbook si chiude con un outfit total black, sicuramente non adatto da portare sotto il sole, ma very Kris Van Asschéen.

Doti, queste, che gli hanno permesso di essere uno dei cineasti più interessanti in circolazione. Abile nel costruire bozzetti coloriti, nel riprendere con sguardo pietoso un’Italia da ridere (e da piangere), acuto quando si tratta di delineare ritratti sociologici che si ispessiscono con ritmo sostenuto, è un po’ come uno dei leggendari artisti del Rinascimento medievale, soprattutto perché dai suoi affreschi carichi di personaggi come casalinghe con sogni televisivi e con il corpo prorompente di Sabrina Ferilli, insegnanti che fanno i finti intellettuali ma hanno la moglie burina a casa, parvenu di ieri e di oggi e impiegate dei call center terrorizzate dalla precarietà della vita scaturisce la vera anima del suo lavoro e del suo stile. Il senso del ridicolo, l’arroganza, l’infelicità diventano qualità delle sue pellicole a tratti romanzesche, che si spostano da un mondo all’altro, da una diversità all’altra, così imperanti da parlare già di un “Virzì Touch”.

There is only your life style, your kind of economy. Of society. Anything else, doesn matter. Eleganza prima di tutto. Che sia lunga o corta, anche se per la bella stagione appaga di più il taglio sbarazzino asimmetrico, si spazia dalle nuance tono su tono del rosso e rame, a quelle del cioccolato con contrasti dorati. E come orientarsi sulla manicure? Unghie con gel color glitter decorato con fiori, striature zebrate o maculate a dita alternate consiglia Sara Guerra del centro estetico Chic Kitsch di Avenza dove si pratica anche la pressoterapia contro la ritenzione idrica I colori sono quelli fluorescenti: nel giallo, verde, rosa.