Cerca un cinemaHank Palmer è un avvocato difensore specializzato nel tenere fuori dal carcere i peggiori mascalzoni di Chicago. Molto tempo addietro ha lasciato la nativa Carlinville, cittadina dell’Indiana, perdendo ogni contatto con la famiglia di origine, con l’unica eccezione della mamma. Quando una telefonata gli annuncia che la madre è improvvisamente deceduta, Hank deve fare ritorno a Carlinville e confrontarsi con il suo più acerrimo nemico: suo padre Joseph, giudice della contea, uomo integerrimo e di grande severità, che non ha mai approvato il carattere ribelle e individualista del figlio..

Scruta i giornalisti, analizza i loro comportamenti, ascolta le loro domande e poi reagisce, rimbalzando le questioni stupide, seccandosi davanti a un chewing gum masticato o a un paio di occhiali da sole dimenticati sul naso.Americana media, le origini modeste e le esuberanti performance in press conference non fanno che incrementare il capitale ‘simpatia’ che la incorona star diletta e la piazza al secondo posto sul podio delle attrici più pagate di Hollywood, dietro all’irriducibile Sandra Bullock e davanti all’inossidabile Jennifer Aniston.Designata ‘miglior attrice emergente’ a diciotto anni alla Mostra del Cinema di Venezia (The Burning Plain Il confine della solitudine), nominata agli Oscar (Un gelido inverno Winter’s Bone) a venti, premiata con l’Oscar a ventidue, apprezzata dalla critica e ‘garantita’ da Jodie Foster (Mr. Beaver), Jennifer Lawrence ha argomenti (e riconoscimenti) sufficienti a far impallidire i suoi coetanei e a sollecitare i media. Non soltanto per le prestazioni artistiche.

Avevano per esempio accesso ai sistemi video, ma non a funzioni essenziali come i controlli di volo. Prima sarebbe bastato, ma al secondo tentativo non sono riusciti a superare le nuove difese di Little Bird. In altre parole non sono riusciti a uscire da quelle specifiche partizioni del software, e il veicolo rimasto sicuro..

Lipney. On Kenneth Anger, by Jack Flash. King interviewed by Sam Silver. Così, dopo aver incollato il naso al finestrino al decollo per l’ennesima volta, ho preso la solita rivista RayanAir del solito volo sgangherato, rifilando un sorridente “Thank you” all’hostess (che probilmente era pure italiana). Era in inglese. L’ho aperta e ho letto un trafiletto a caso.

Ci eravamo congedati da delle ragazze vincenti che, alla fine del secondo film, avevano sbaragliato gli avversari ai campionati mondiali di canto a cappella, chiamando sul palco tutte le Bellas delle generazioni precedenti. Ora, una volta terminato il college, le ragazze si trovano a far parte della “vecchia guardia” e a dover fare i conti con il mondo del lavoro, nel quale le loro doti canore non si rivelano una garanzia per il successo. Il tempo libero diviene anche troppo e, con tanta nostalgia del passato, le Bellas si riuniscono per un ultimo tour oltreoceano per sostenere le truppe americane in Europa, dove dovranno difendere l’onore del canto a cappella, in una sfida tra band..