Pedro F. Anyone who witnesses Kayce Stevens Hughletts personal story and approach to life will agree she belongs on this list. Kayce is a woman who has redeemed a forgotten childhood, dared to follow her wildest dreams, and liberated a parents worst nightmares.

Clare, Jessie Usher, David Kency, Craig Tate, Morgan Roberts, Gustavo I. Ortiz, Armando Leduc, Jon Arthur, Logan Douglas Smith, Cannon Bosarge, Gus Rhodes, Renell Gibbs, Elton LeBlanc, Jarett Shorts, Sam Malone, Ricky Wayne, Robert Segari, Al Vicente, Anthony Michael Frederick, Sharon Landry, Joseph Fischer, Dakota Hill, Mike Kimmel, Cynyon Dawn Rodriguez, Terence Rosemore, Justin Christopher Vaughn, Jeffrey Estiverne, Jim Klock, Jesse Moore, Cynthia LeBlanc, John Neisler, Joshua Braud, Deric Augustine, Chase Boltin, Henry Frost, Kerry Sims, John R Mangus, Ronald Ogden, Blake Burt, Tre Tureaud, Joseph Stephens Jr, David DeSantos, Tom Bubrig, Chris Roark, Travis Michael Myers, Matthew Frias, Terrance Collier, Austin Reed Alleman, Hawn Tran, Jonathan Aaron Butler, Justin Vice, Steven J. Daniels, Kristofer Gordon, Jonathan Wright, Carroll Burt, John Wettermark, Jim Johnson, Broc Morgan, Margaret Wycoff, Jason Musco.

C’è voluta una conferenza stampa allestita durante una pausa di lavorazione per vedere e credere ciò che era stato già da tempo annunciato: Robert De Niro protagonista dell’ultima delle ricette sentimentali di Giovanni Veronesi e Aurelio De Laurentiis. I quali, dopo le “appendici” sugli italiani all’estero (Italians) e sul gap generazionale (Genitori Figli), tornano così alla manualistica più rodata (35 milioni di euro gli incassi complessivi dei primi due film) con un terzo tomo che si porta dietro molti degli attori delle puntate precedenti (Verdone, Scamarcio, Bellucci) più qualche nuova entrata (Michele Placido, Donatella Finocchiaro, Laura Chiatti e Valeria Solarino), tutti uniti a sostenere e controbilanciare la mole del mostro sacro newyorkese.Dopo il ricco proprietario terriero di Novecento di Bertolucci e il gangster Noodles di C’era una volta in America di Sergio Leone, De Niro rientra in Italia dopo più di venticinque anni per assecondare il genere che da un po’ di tempo gli risulta più congeniale (sta per uscire in America la terza parte di Ti presento i miei) e per interpretare (in italiano!) un maturo professore di storia dell’arte destinato a innamorarsi delle forme giunoniche di Monica Bellucci. L’episodio in questione si intitola “Oltre” (in merito a quella fase del percorso amoroso che segue “” e “”, gli altri due episodi previsti del film), ma è davvero difficile anche per gli altri attori presenti andare “oltre” e parlare liberamente, al di là della presenza di De Niro al loro fianco.