Per rimediare, cercherà di correggere il tiro con l’avventura epica a stelle e strisce, ma largamente prevedibile, de Il patriota (2000) con Mel Gibson che andrà leggermente meglio anche se rifiuterà progetti come La morte può attendere (2002) e Spiderman (2002).L’alba del giorno dopoIl suo capolavoro arriva nel 2004. La pellicola che più di ogni altra gli permetterà di “rientrare nel club” è, infatti, L’alba del giorno dopo, dove cerca di sfruttare al massimo gli effetti speciali per catapultare lo spettatore in un clima di realismo fantascientifico senza precedenti. Dennis Quaid, Jake Gyllenhaal, Emmy Rossum e Ian Holm si vedono così stretti in una catastrofica corsa contro il tempo e soprattutto contro la natura che si è ribellata una volta per tutte, incastrandosi perfettamente in quello che è uno dei migliori blockbusters degli ultimi anni.

Mother was a master of the English language, she said. Knew it wasn a tic. Was right. Siamo all’inizio del ventesimo secolo a Instabul. Mentre la rivoluzione imperversa il sultano a teatro assiste alla Traviata, e impone un lieto fine. Safiye, italiana, è la ragazza che riscrive i libretti d’opera.

The election results increased our resolve for moving as soon as possible We will start our Medicare next year and maintain it until we move to Australia as permanent residents with medical coverage there. What are the options for stopping all or part of Medicare once we move? What are the options and impacts if we move back in 10 or more years and need to start Medicare again? way of a spoiler alert, I have no idea what will happen nor do I think others do. There are too many unknowns right now.

The IAASTD report on Sub Saharan Africa provides and refers to a growing body of evidence demonstrating that investing in agroecological approaches can be highly effective in boosting food security, production, incomes and resilience to climate change and empowering communities[1]. An analysis assessing 114 cases in Africa revealed that the conversion of farms to organic methods increased agricultural productivity by 116%. In Kenya, maize yields increased by 71% and bean yields by 158%.

L’anno successivo è nuovamente un malvagio succhiatore di sangue in Dracula il vampiro (1958), ma prende parte anche ad uno degli innumerevoli film dedicati al personaggio di Sherlock Holmes La furia dei Baskerville (1959) di Terence Fisher, regista con il quale lavora anche nell’horror L’uomo che ingannò la morte (1959) e nei successivi La mummia (1959) e Il mostro di Londra (1960).Dracula, vampiri e co.Grazie ad una fisicità imponente e un’espressività penetrante, si specializza in ruoli da cattivo, alternando buoni successi di pubblico (La città dei morti, Il terrore dei Tongs, La casa del terrore, Il lungo coltello di Londra, Le cinque chiavi del terrore, tutti girati nella prima metà degli anni Sessanta) a piccoli fallimenti come il caso di Katarsis (1964) o Dracula, principe delle tenebre (1965).Fa una capatina anche in Italia, dove viene chiamato a recitare nell’ennesimo horror della sua filmografia, La vergine di Norimberga (1965), prima di cadere in un vortice di scelte sbagliate, finendo per collezionare un cattivo film dietro l’altro (su tutti la saga dedicata a Fu Manchu).Le cose migliorano quando lavora con Vincent Price e Peter Cushing (seppur in parti minori) nel film Terrore e terrore (1969) di Gordon Hessler. Nello stesso anno recita anche a fianco di Ringo Starr e Peter Sellers in Magic Christian (1969).L’incontro con Billy Wilder e altri horrorGli anni Settanta sono inaugurati da un piccolo capolavoro, mix intelligente di dramma e commedia, La vita privata di Sherlock Holmes (1970) di Billy Wilder, seguito da un impegno notevole nel campo dell’horror, dove lo vediamo spesso comparire in ruoli da sadico o assassino. Tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli Ottanta, sono da ricordare il documentario Horror Show (1979) e 1941 Allarme a Hollywood (1979) di Steven Spielberg, fantastoria dalle trovate geniali, immersa nella Storia ma con ampie divagazioni futuristiche e surreali.Seguono film di poco spessore che poi lasciano spazio a collaborazioni fortunate con autori importanti del cinema di respiro internazionale: appare in Gremlins 2 La nuova stirpe (1990) di Joe Dante, L’avaro (1990) di Tonino Cervi e in Il ladro di arcobaleni (1991) di Alejandro Jodorowsky.Intraprende una fortunata collaborazione con Tim Burton, prestando la voce come doppiatore in La sposa cadavere (2005), recitando in La fabbrica di cioccolato (2005), in Alice in Wonderland (2010) e in Dark Shadows, prima di mettersi in gioco anche nel fantasy La bussola d’oro (2007) di Chris Weitz.Nel 2008 viene coinvolto nel documentario Not Quite Hollywood: The Wild, Untold Story of Ozploitation e l’anno dopo, al fianco di Colin Farrell, recita in Triage di Danis Tanovic.Gli ultimi lavoriNel 2010 il regista John Landis lo chiama a recitare in Ladri di cadaveri Burke Hare; in seguito Martin Scorsese lo vuole in Hugo Cabret (2011) e Bille August lo ingaggia per un ruolo in Treno di notte per Lisbona (2013).